mauro rea artista
patafisico anche

Vito Riviello - Protagonisti

Una mostra questa dei "Protagonisti" che avviene nell'ambito di una cauta ma progressiva ripresa di fermenti artistici fra tutte le generazioni. Mi piace, per inciso definire questa situazione "Confrontanea". Un confronto esplicito tra operatori estetici che già sono storicizzati, altri in via di "sistemazioni semantiche" e altri, giovani, alcuni giovanissimi che si pongono consapevoli all'attenzione di un dibattito non antagonistico ma gnoseologico, in cui si evidenzia il ruolo critico del pubblico che tenta di aprire un dialogo di misura etica ed estetica con gli artisti vicini e lontani.
La rassegna ideata da Giovanna La Barbera è scelta con intelligenza perchè punta non agli assoluti ma agli archetipi della nostra storia artistica del secondo novecento indicando le personalità che maggiormente hanno rappreentato le mediazioni e le connessioni di un novecento paradigmatico. 
Grandi artisti scomparsi che hanno fornito il carattere ideologico e le peculiarità stilistica dell'epoca contemporanea. Anzitutto Cagli, forse il più metamorfosante dei maestri che hanno rappresentato con doviziose problematiche la natura "totemica" delle loro ricerche. L'aggressività del suo ingegno si rivela in maniera eclatante quando a soli ventisei anni esegue per la Triennale di Milano La Battaglia di San Martino: un dipinto a tempera.... 





Inserire un commento su questa pagina:
Il tuo nome:
Il tuo indirizzo e-mail:
Il tuo messaggio: